Ragusarredamenti

Ante in vetro: vantaggi e svantaggi

Quando si tratta di decidere che cucina acquistare, le variabili da considerare sono innumerevoli. Un ruolo cruciale ricoprono le ante, in quanto sono l’elemento principale per quanto riguarda l’estetica della vostra cucina.Nella scelta, la maggior parte delle volte il gusto ricopre un ruolo fondamentale, ma esistono anche una serie di altri dettagli da tenere in considerazione, fra questi il materiale. Un modello di anta, diventata sempre più di moda nel corso degli ultimi tempi, è l’anta in vetro. Essa è costituita da un frontale in vetro temperato (lucido, opaco o materico) supportato da un telaio in alluminio dove viene incassata una maniglia.

Di seguito citeremo alcuni vantaggi e svantaggi delle ante in vetro:

Vantaggi:
– L’utilizzo delle ante in vetro vi consente di conseguire un doppio obiettivo: estetico e funzionale. Infatti oltre ad arricchire di stile, classe ed eleganza la vostra cucina, la rendono anche molto più luminosa grazie alla trasparenza  e alla lucentezza.

– Le ante in vetro consentono di abbinare colori differenti perché  sono un prodotto dotato di grande versatilità.

– Un altro valore aggiunto è che, grazie alle loro caratteristiche morfologiche, non si gonfiano con l’umidità o il calore, non arrugginiscono e non si scollano.

– Sono IMMUNI alla muffa e all’attacco di termiti o altri insetti.

– Sono prodotti di qualità che  impreziosiscono il valore della casa in cui vivete.

 

Svantaggi:
– Richiedono di essere pulite più spesso, in quanto non nascondono bene lo sporco e le ditate.

– Per quanto il vetro possa essere resistente, se avete bambini è bene valutare se inserirle solo nei pensili e non nelle basi.

(In foto il modello “Glass” di Arredo3 con pensili vetro opaco vulcano e basi vetro materico basalto).